Migliaccio

Manca 1 settimana a Carnevale 🎉 e come ogni festa che si rispetti non possono mancare all'appello i dolci tipici: chiacchiere o frappe, zeppole, castagnole, bugie a anche lui, il Migliaccio.  

Il Migliaccio è un dolce molto antico appartenente alla tradizione campana. 
Il suo nome deriva dal latino "miliaccium" che indica un tradizionale pane di miglio. 
Questo cereale, usato nell'antichità, è ora stavo sostituito dal semolino

Altro ingrediente indispensabile è la ricotta, che conferisce al dolce la sua tipica morbidezza.  

Il migliaccio si può conservare in frigorifero per 3-4 giorni... ma sappiamo bene che finirà prima! 

Migliaccio Made in fit   

Ingredienti stampo da 20cm: 

  • 100g ricotta
  • 100g semolino
  • 160g yogurt greco
  • 2 uova intere
  • 20g soia spalmabile o olio
  • 200ml latte vegetale alla mandorla (o preferito)
  • 200ml acqua
  • 2 cucchiai di stevia
  • scorza di arancia, limone
  • aroma alla vaniglia

Per preparare il migliaccio, iniziamo con la cottura del semolino.
In un pentolino uniamo il latte, l'acqua e la soia (precedentemente sciolta in microonde).

Aggiungiamo infine gli aromi e le scorze.
Portiamo a bollore, rimuoviamo le scorze e versiamo il semolino a pioggia mescolando continuamente con la frusta. Abbassiamo la fiamma al minimo e lasciamo cuocere per circa 4-5 minuti, il tempo necessario affinchè il composto si addensi. 

Trasferiamolo in una pirofila per lasciarlo intiepidire e nel frattempo prepariamo il resto dell'impasto.

In una ciotola uniamo le uova e la stevia. Montiamo con le fruste gli ingredienti fino ad ottenere una spuma chiara e omogenea. Ora non ci resta che incorporare la ricotta (precedentemente setacciata), lo yogurt ed il semolino. 

Foderiamo con carta forno una tortiera da 20 cm di diametro, versiamo il composto e inforniamo: forno statico preriscaldato a 200° per circa 1h. 

Prima di sformarlo lasciamolo raffreddare e infine spolverizziamo con dello zucchero a velo! 

Buon Carnevale 🎉💜